♫♪ La libertà è partecipazione! (Gaber, 1972)

Negli ultimi anni la nostra relazione con i media è profondamente cambiata: la maggior parte di noi dispone oggi sia dei mezzi tecnici per creare testi, audio, video di buona qualità, sia degli strumenti per poterli facilmente pubblicare e condividere nella Rete innescando così un processo interattivo di feedback e di confronto. Particolarmente abili in questo senso si rivelano i nativi digitali, che con naturalità ed immediatezza riescono a far dialogare in tempo reale dispositivi diversi assumendo così il ruolo di “prosumer”, ossia di produttori e consumatori di contenuti. Abili sì, ma competenti? Forse. Il dubbio è legittimo perché a questa maggior “libertà d’azione” dovrebbe corrispondere un aumento della responsabilità etico-sociale, del senso critico, della capacità di valutare le informazioni. E queste non sono certo competenze che derivano dall’essere nati in un determinato anno ma che vanno gradualmente educate ed apprese. Una delle sfide educative più rilevanti che si è posta dell’ultimo decennio, è quella di formare futuri cittadini medialfabetizzati in grado di partecipare alla vita sociale (virtuale e reale) con consapevolezza ed impegno. Sfida che è stata accolta dalla cooperativa Voli Group e dall’Amministrazione comunale di San Lazzaro di Savena che hanno dato avvio al progetto di media education “Dare voce ai ragazzi“. E così gli operatori dell’informazione di Radio Città del Capo e Libera Radio (testate giornalistiche della Voli Group), i ragazzi del Consiglio Comunale dei Ragazzi e altri adolescenti provenienti dai Centri di aggregazione giovanile e dalle scuole secondarie di I grado si incontrano settimanalmente nella stazione crossmediale permanente per affrontare temi quali legalità, cittadinanza attiva, memoria e strategie di contrasto delle mafie e produrre format adatti a comunicare le loro riflessioni e nuove consapevolezze.

Ascoltiamo come Luca, un nativo digitale nonché sindaco del CCR, ci racconta questa esperienza.

I ragazzi vi aspettano poi il 22 marzo alle ore 15.30 presso il Centro Polivalente Habilandia dove intervisteranno il giornalista e scrittore Giovanni Tizian, autore del libro-inchiesta “Gotica. ‘Ndrangheta, mafia e camorra oltrepassano la linea

Leave A Comment